QUANDO SIETE FELICI FATECI CASO

Ecco Parigi e Benvenuto a Nashville!

Ciao dopo questo periodo di silenzio vi racconto dei nostri ultimi due viaggi...

partiamo da........

Parigi!

Una lista di cose da fare e da vedere che probabilmente non ci sarebbe bastata una settimana, posticini dove mangiare e sfondarci di dolci baguette e merende alsaziane..(qua a fianco l'itinerario disegnato da Andre)

grazie anche ai consigli della Tata Maschio e della Tulimami(se non li conoscete cliccate nel link)

Tanta carica per la nostra prima vacanza in 4,per qualche giorno di riposo dopo questi mesi intensi...

Un quartiere bellissimo come Montmartre pieno di locali,negozietti ,boulangerie,passeggiate ...

Le premesse c'erano tutte.

.....................

In realta'non avevamo considerato il freddo,tanto freddo, tanto.

Olivia con la sua stanchezza e confusione

Noi con la nostra stanchezza e le aspettative molto alte.

Qualche guaio.

Parigi e'meravigliosa ,anche negli angoli più decadenti mantiene una classe che ho visto in poche altre citta'.

i Parigini sono sempre eleganti, alla moda, vestiti bene,curati,con cappotti e giacche aperte incuranti del freddo che ti ghiaccia il naso e colora le guance di un rosso pomodoro...ma dove vanno sempre di corsa e imbronciati...?

Quindi questo e'un racconto di quello che abbiamo fatto..ma non di quello che torneremo a fare o che avremmo voluto fare..ho un sacco di posticini che avrei voluto vedere..e anche in un modo più bello..

magari scrivo un articolo apposito!

il primo giorno cotti dal viaggio abbiamo fatto una piccolissima passeggiata fin su alla basilica del sacro cuore, dove si ha una bellissima vista della citta',noi siamo arrivati al tramonto quindi veramente bellissimo,infatti Olivia ha esclamato ecco Parigi!

(chissa'prima dove eravamo)

ma per lei quello sicuramente e' stato l'inizio del viaggio.

un giretto per le vie, che ti fanno sentire cosi parigina, cosi artista ,cosi'retro',se non fosse stato per il freddo che per me e'stato sconsiderato.

Alla sera ci siamo fatti coccolare da un locale carino di cucina francese

la jolie boheme

dove ho mangiato una creme brûlé davvero buonissima e anche assaggiato i bigne'!

Il mattino dopo finalmente colazione!!!!!!!!!!!!

quanto e'buono il profumo che ti insegue nelle strade di Montmartre,di queste meravigliose boulangerie ripiene di ogni bene di conforto

croissant, baguette,pain au chocolat, viennoise ..la pace dei sensi..

nota:i nostri cellulari americani e italiani non avevano rete fuori casa..per la prossima volta procurarsi una cartina con già segnati i posti.

ci siamo fermati in una pasticceria vicino alla fermata dell'autobus .eclair al cioccolato e una Madeline per me.gnam!

abbiamo preso anche la spremuta d'arancia che ci ha messo nelle bottigliette che sciccheria!

direzione Tour Eiffel

oh che meraviglia!questa torre simbolica quanto la statua della liberta',alta e maestosa da farti rimanere senza parole

e poi di corsa per un giro d'obbligo sulla giostra del Trocadero..e una foto che sognavo di fare.

e..ve l'ho già detto che c'era freddo freddissimo ?????

saremmo voluti salire sul bateaux mouches per raggiungere Notre Dame,ma l'unico che andava nella direzione giusta era all'aperto..ehm grazie no, magari un'altra volta..aurevouir

quindi un tristissimo taxi ci ha portato sani e salvi e al caldo davanti a Notre Dame.

ragazzi io ho cercato i Gargoyles ,subito,la Disney ti segna per tutta la vita..prossima volta salgo su e li guardo da vicino ,sperando non si animino..

Al pomeriggio abbiamo fatto un giro vicino a casa ,curiosando tra le vie e i negozietti.

Alla sera siamo andati da In bocca al Lupo ,pizzeria italiana con un sosia di Alessandro Borghese alla cassa.

pizza buonissima e tiramisu'!

Mattina dopo via verso il louvre!!

In Metropolitana mi hanno purtroppo rubato il telefono..e il pomeriggio l'abbiamo passato tentando e sperando di ritrovarlo e a casa a sistemare le valigie.

l'indomani ci aspettava un lungo viaggio e quindi abbiamo deciso di riposarci.

al mattino dopo avevamo ancora qualche ora di bonus e saremmo voluti andare in alcuni negozietti che non eravamo riusciti a vedere...

morale:il lunedì e'tutto chiuso...quindi infreddoliti abbiamo atteso la macchina per andare in aereoporto.

come vedete ci sono poche foto..quelle fatte in quei giorni le ho perse purtroppo..

E'stato un viaggio difficile,per certi versi, pieno di bellezza per altri.. il freddo ha un po'complicato il nostro umore.

ma torneremo e sara'di nuovo poesia.

arriviamo a ...Nashville!

Sembra un posto come tanti ...invece e'speciale ..ha le donne piu'eleganti e'una citta'che vale ..

c'e chi suona ad ogni ora,il ritmo sembra non smettere mai..fai ballare la tua signora sentiti libero prendi il ritmo e vai

non ci credi vieni quaaa e'stupenda la nostra citta' e il nostro vino che bontaaa

benvenuto a Nashville!

ho cambiato un po'il finale,perche'da quando abbiamo iniziato a pensare al nostro piccolo itinerario la canzone della principessa e il ranocchio mi suonava nella testa..Nashville me la immaginavo proprio cosi'e non sono stata smentita.

Nashville viene considerata una citta'del sud qui negli States per la sua storia come stato confederato nella guerra di secessione e per una più alta percentuale di popolazione afroamericana.

Siamo partiti in macchina venerdì mattina,l'arrivo in citta' ti fa gia'sorridere..cartelloni pubblicitari di semisconosciuti cantanti country assieme a Elvis e Jhonny Cash ..

musica,chitarre,giacche di jeans e cappelli da cowboy, un misto tra il trash e l'attraente.

Di sicuro ti prende per mano e regala sorrisi mentre giri per Broadway,dove davvero suonano ad ogni ora!

una citta'viva carica calda e avvolgente.

uno dei negozi che vi consigliamo e'TWO OLD HIPPIES

ora:con gli hippies ha poco da spartire..apparte il simbolo della pace all'entrata e un pulmino wolskwagen (vero) all'interno del negozio.

il negozio e' pieno di gadget, vestiti ,chitarre, accessori piu'per hipster che per hippies ma comunque sia vi consigliamo un giro!

a pranzo siamo andati da Dandgure's Classic Southern Cooking

un salto nell'America anni 70,anche se Dan il suo locale l'ha aperto nel 1991 ,il tempo sembra essersi fermato e a me sembra di essere in uno di quei film come the help .

Una portata e due contorni e la limonata più buona della citta'come recita uno dei suo cartelli appesi.

Un locale senza nessuna pretesa ,senza nessun impiattamento fashion come va di moda adesso, ma un calore e un'atmosfera unica.

se capitate da queste parti non potete non andare.

Dan e' alla cassa ad aspettarti con un sorriso e due occhi grandi e buoni.

Dan e'un signore di altri tempi,abbiamo scambiato due parole e lui ha scherzato un po' con Olivia.. quando abbiamo finito di mangiare si e'alzato per noi ed e'venuto a salutarci, sorrido ancora a pensare alla bellezza di questo gesto cosi pieno di attenzione.

Il pomeriggio l'abbiamo passato sulla Broadway camminando a ritmo di musica, entrando in negozi di dischi e gadget improbabili,immortalando le meravigliose insegne fuori dai locali piene di luci e colori accesi.

Alla sera ci meritavamo una bella pizza(again)

E cosi eccoci da Bella Napoli ,una pizzeria fondata da Paolo ,il proprietario napoletano ,con vero forno a legna.

ci siamo divertiti a cercare di capire chi fosse italiano e chi no tra i camerieri, abbiamo mangiato una pizza molto buona e siamo tornati in albergo a riposarci..

Ma lo sapete che da Nashville alla Grecia e'un soffio?

questi pazzi americani hanno costruito un partenone a grandezza naturale fatto di cemento all'interno di un parco.

ahahhahahahahah

non potevamo non vederlo.

dopo ci siamo diretti al Farmers Market

location molto carina e spaziosa ,esternamente e'il vero proprio mercato contadino, nel padiglione nterno,ci sono vari locali dove poter mangiare e uno spazio centrale dove potersi sedere a mangiare..

Abbiamo mangiato nello spazio all'esterno baciati da un po di sole

Il concetto e'un po' come quello del Chelsea Market a New York,decisamente meno ricercato..

Al pomeriggio siamo andati da Buffalo exchange un carinissimo negozio di vestiti usati.

postilla:

Da due anni a questa parte in maniera più decisiva, ma anche da prima, cerco di non comprare abiti nuovi dalle catene di fast fashion(ve ne parlero'presto,fra qualche settimana in occasione del fashion revolution day) e di comprare e indossare abiti usati,artigianali ,cuciti da me.

Ero alla ricerca di una giacca di jeans country ,ne sono uscita con un vestito e maglione piuttosto gipsy ma va bene cosi!

ps :in citta'gira un autobus con corsa gratis ,si chiama music city Circuit . potete cercare sul sito dei trasporti locali

ps: per una bellissima vista della citta'..vi consigliamo il Cumberland River park

Insomma Nashville vi strappera' un sorriso dietro l'altro ,vi fara'ascoltare buona musica e vi affascinera'con la sua vitalita'.

Grazie se siete arrivati fin qui!